Arte e poesia con Giuliano Cardellini – Appuntamento sabato 9 dicembre

 Il 9 dicembre prossimo a Morciano di Romagna sarà inaugurata “Combattendo”, la mostra dell’artista Giuliano Cardellini, pittore e scultore, in programma fino al 7 gennaio 2018. Appuntamento all’atelier d’Arte “GC” in via Don Domenico Masi a partire dalle 18. L’inaugurazione sarà preceduta dalla presentazione dell’antologia di poesie “L’amore poi l’abisso” di Giuliano Cardellini e di Daniela Quieti, alla presenza di Roberto Sarra, editore della Pegasus Edition. Un volume che condensa le poesie più significative degli ultimi 15 anni di produzione dell’autore, alcune del tutto inedite. Accanto a sculture come Madonna con il Bambino, Rinascere, Trafitto, Nero silenzio, saranno in tutto 35 le poesie che parleranno di amore, tema caro all’autore, che declinato nelle sue infinite pieghe, narrano la vita dell’uomo Giuliano dispiegata in tutte le sfumature dell’essere. Il 10 dicembre a partire dalle 19 alla Tenuta del Monsignore a San Giovanni in Marignano (RN) si parlerà ancora di arte e poesia in un connubio indissolubile che costituisce l’elemento vitale dell’artista Cardellini. Durante la serata si potrà assistere a uno spettacolo teatrale e musicale accompagnato dallo straordinario sassofono di Mario Marzi.

Morciano sogna Natale – La gallery della prima giornata

‘Sogna, è Natale’ – Morciano di Romagna si tuffa nelle feste – Accensione delle luminarie, apertura della pista e delle giostre – Domani arrivano gli Elfi di Babbo Natale.

Morciano di Romagna si tuffa nel Natale. La pioggia non ferma l’inaugurazione ufficiale del cartellone di iniziative che animerà il capoluogo della Valconca fino al 7 gennaio prossimo.

 La giornata è cominciata in piazza del Popolo, dove alle 11 si è esibito il gruppo musicale dell’istituto comprensivo ‘Valle Del Conca’.  I piccoli musicisti hanno fatto il pieno di applausi, interpretando alcuni brani della tradizione natalizia.

Nel pomeriggio è stata invece la volta del Villaggio delle Meraviglie On Ice. Riflettori puntati sulla pista di pattinaggio in piazza del Popolo: bambini e ragazzi hanno potuto finalmente cimentarsi nelle prime evoluzioni sul ghiaccio. I più piccoli hanno potuto pattinare in tutta sicurezza, grazie all’ausilio dei ‘pinguini’. Il Natale di Morciano è quindi entrato nel vivo, con l’accensione delle luminarie. Presenti il sindaco Giorgio Ciotti, le autorità cittadine e i commercianti del consorzio ‘Commerciamo’. Spazio quindi alla musica: sul palco è salita la Boogie Chillen Band, che ha infiammato il pubblico con note blues e soul.

Domani (domenica 3 dicembre) a Morciano arriveranno invece gli Elfi di Babbo. Dalle 15 alle 19, via Colombari si trasformerà in un piccolo villaggio natalizio del Polo Nord, con laboratori, giochi, truccabimbi, animazione, decorazioni, Elfo Dance e Babbo Natale in persona.

Da ieri è partita anche l’iniziativa #unbaciosottoilvischio. In tutta Morciano sono stati distribuiti 35 punti bacio: sta ai visitatori scoprirli e scattare una foto con l’hashtag dedicato.

Shopping senza stress. Dal 2 dicembre riaprirà il parcheggio interrato di piazza Ghigi (150 posti auto circa), dove sarà possibile sostare in maniera totalmente gratuita dalle 7 alle 20.30. Il parcheggio sarà custodito da personale volontario.

Foto: Bruno Baffoni – Giancarlo Pari

Corso di photoshop a Morciano

Torna il corso di Photoshop del Circolo fotografico di Morciano

 Torna a grande richiesta il corso di Photoshop, organizzato dal circolo fotografico ‘Morciano di

Romagna’ in collaborazione con la Biblioteca comunale e l’assessorato alla Cultura, presso la sala ex lavatoio in via Concia 18, Morciano, dalle 21,00 alle 23,00. Il corso si terrà nelle serate di 8-11- 15-18- 22-25- 29- gennaio. Sette lezioni di due ore ciascuna. E’ necessario avere il proprio portatile nel quale sarà installata una versione trial di un programma di fotoritocco per Windows.

Le iscrizioni si effettuano presso la biblioteca di Morciano in orario d’ufficio, si accettano anche le iscrizioni online (posta elettronica) inviando Nome – Cognome- indirizzo – cell. e-mail a giancarlopari50@gmail.com. oppure tel.0541/987221 biblioteca@morciano.it. Per ulteriori informazioni rivolgersi al docente – Fabio Imola – lemure66@yahoo.it

Il ‘Gobetti – De Gasperi’ inaugura una nuova aula 3.0.

Morciano – Inaugurazione nuova aula 3.0 al ‘Gobetti – De Gasperi’.

La tecnologia al servizio dell’istruzione. Sarà inaugurata domani (sabato 2 dicembre), alle 14.30, la nuova aula 3.0. in dotazione all’istituto ‘Gobetti – De Gasperi’ di Morciano di Romagna. Uno spazio di ultima generazione, che abbraccia le tecniche di ‘Indire – Avanguardie Educative’. Al taglio del nastro sarà presente il sindaco di Morciano, Giorgio Ciotti. Questo il suo commento: “Un’aula piena di tecnologia verrà messa al servizio delle materie che fino a ieri non pensavano di utilizzare il computer per la didattica quotidiana. Una nuova forma di insegnamento, dove non sono più gli studenti che vanno verso la cattedra ma è il docente che si muove tra i banchi resi circolari. In cui gruppi di 5 o 6 studenti lavorano assieme ed utilizzano la potenza della tecnologia per imparare in maniera collaborativa.
È per me è un privilegio inaugurare questa aula 3.0 alla vigilia della partenza dei nuovi licei delle scienze umane e linguistico che con il prossimo anno sbarcheranno a Morciano. Un ringraziamento quindi alla dirigente prof.ssa Massimiliani e a tutti i docenti dell’Istituto per aver abbracciato queste avanguardie che possono fare la differenza nella formazione delle donne e degli uomini di domani”.

Si ricorda che a partire da domani torneranno anche gli open day all’I.S.I.S.S. ‘Gobetti – De Gasperi’ di Morciano di Romagna. Con una novità: i due nuovi licei (linguistico e delle scienze umane) che, dopo l’approvazione da parte della Conferenza provinciale di coordinamento, saranno attivi a partire dal 2018. Gli open day, rivolti a tutti i ragazzi delle scuole medie e alle loro famiglie, si svolgeranno in quattro giornate: sabato 2 dicembre (15.30 – 18), lunedì 11 dicembre (20.30 – 22), sabato 16 dicembre (15.30 – 18), sabato 13 gennaio (15.30 – 18). Sarà l’occasione per approfondire la nuova offerta formativa legata ai due licei, ma anche gli altri indirizzi di studio del Gobetti – De Gasperi: istituto tecnico (amministrazione, finanza e marketing, meccanica, meccatronica ed energia, elettronica ed elettrotecnica, informatica e telecomunicazioni) e istituto professionale (manutenzione e assistenza tecnica, servizi commerciali, servizi per l’agricoltura).

 

Arriva il Giocasport

 

bambini sperimenteranno le loro possibilità di crescita con un’attività motoria multilaterale e giocheranno ai vari sport. L’apprendimento degli schemi motori di base e delle capacità coordinative risulta fondamentale per il futuro sviluppo delle capacità motorie del fanciullo e anche del suo sviluppo psicologico e affettivo. Il Giocasport è strutturato anche attraverso moduli che coinvolgono la gestione delle emozioni, il contatto con se stessi e con gli altri e la gestione dell͛aggressività. Le attività saranno programmate e dirette da insegnanti laureati in psicologia, scienze motorie e tecnici specializzati nel lavoro con i bambini nelle fasce d’età scolare.
Si desidera con questa attività apportare un cambiamento anche se minimo nelle coscienze dei bambini e di conseguenza degli adulti, far maturare un diverso stile di vita con la convinzione che il movimento è alla base della nostra salute e di tutti gli apprendimenti. L’apprendimento, infatti, passa attraverso il movimento, il gioco, il corpo, con il conseguente consolidamento delle abilità fondamentali per ogni tipo di disciplina.
Il Giocasport è nato dalla necessità di mettere al centro dell’attenzione della collettività e della scuola l’esigenza di movimento del bambino, che attraverso il gioco e la sperimentazione a livello corporeo riesce non solo ad acquisire un elevato grado di motricità, ma a relazionarsi con i compagni, cosa che di questi tempi non è così scontata, e a sviluppare armonicamente le sue numerose potenzialità.

Purtroppo, l’organizzazione dei rapporti sociali, dei ritmi di vita, rendono sempre più difficile quel gioco libero che ha contribuito a sviluppare la motricità, la creatività, la socialità di generazioni di bambini. L’avviamento ad uno sport specifico, sempre più precoce, non può soddisfare il bisogno ed il diritto di ogni bambino di sviluppare una
motricità di base completa (saper correre, gattonare, saltare, cadere, rotolare, arrampicarsi, lanciare, prendere, …), la possibilità di potersi esprimere attraverso il corpo e il gioco, in un clima psicologico tranquillo e gioioso.