Tre industrie della Valconca pronte ad accogliere 40 ragazzi

Anche l’ISISS Gobetti – De Gasperi di Morciano partecipa a questo progetto, che coinvolge tre aziende leader della Valconca. 

INDUSTRIE A CACCIA DI GIOVANI

Il lavoro non è un problema solo per chi lo cerca, ma anche per chi lo offre! La  disoccupazione giovanile è ancora molto alta eppure, molte aziende incontrano difficoltà a reperire manodopera qualificata sul territorio. Partendo da questa premessa, tre importanti imprenditori della Valconca si sono ritrovati d’accordo sulla necessità di lanciare un segnale forte ai ragazzi del territorio per informarli, sensibilizzarli e coinvolgerli nel mondo produttivo locale, fornendo loro una straordinaria opportunità di crescita personale e, in prospettiva, anche professionale. SI tratta in sostanza di un articolato progetto di formazione, selezione ed orientamento professionale rivolto ai ragazzi delle classi IV e V superiori. Lo snodo cruciale per entrare in relazione con i giovani è rappresentato dal mondo della scuola, in primis quella ad orientamento tecnico industriale. Gli studenti saranno affiancati da “tutor” interni alle aziende e verranno messi a loro disposizione macchinari di assoluta avanguardia sul piano tecnologico, in particolare: simulatori, macchine per il disegno CAD/CAM e visualizzatori. Grazie a questa preziosa esperienza, i ragazzi saranno proiettati nel mondo dell’Industria 4.0, dove interagiscono meccanica, elettronica ed informatica

 I promotori

L’idea è di tre Imprenditori (con la “I” maiuscola) del polo produttivo di Cattolica-San Giovanni in Marignano, precisamente:

Alessandro Pettinari, di FOM INDUSTRIE Srl; 

Gianluca Marchetti, di MT MARCHETTI Srl;

Pietro Donati, di UNIVERSAL PACK Srl.

Lo loro tre aziende impiegano complessivamente circa 500 persone e, in virtù di una riconosciuta posizione di leadership nei rispettivi settori, che le vede in continua fase di espansione dimensionale, hanno maturato una esigenza specifica di figure professionali non facilmente riscontrabili sul mercato del lavoro locale.

FOM Industrie, nata nel 1972, produce macchine utensili di alta tecnologia per la lavorazione ed il taglio di profilati in alluminio.

MT MARCHETTI, nata nel 1972 è specializzata nella produzione di utensili statici e motorizzati per il settore della tornitura.

UNIVERSAL PACK, fondata nel 1965 opera nel campo della produzione di macchine imbustinatrici automatiche, in particolare per il settore alimentare, chimico e farmaceutico.

 Le Scuole

I rapporti con le scuole tecniche sono attivi già da alcuni anni, ma questa volta il Progetto è molto ambizioso e sono stati contattati i tre istituti di riferimento del settore industriale territorialmente più prossimi, precisamente:

  • Istituto Tecnico tecnologico Statale “Belluzzi-Da Vinci” di Rimini

Preside, Proff.ssa Sabina Fortunati

Docenti: Stefano Drudi e Annalisa Roselli;

  • Istituto Statale di Istruzione Secondaria Superiore “P. Gobetti-De Gasperi” di Morciano

Preside, Daniela Massimiliani

Docenti: Francesco De Nunzio e Sergio Gatta;

  • ITIS “E. Mattei” di Urbino

Preside, Proff.ssa Silvia Gelardi

Docenti: Fabrizio Diamantini, Paolo Goffi, Fabrizio Bellocchi e Nicola Benedetti

 Il Progetto

Gli ambiti di attività saranno i seguenti: disegno tecnico, collaudo, materiali, impiantistica, idraulica ed elettronica. In sintesi, il progetto prevede un percorso in cui, su segnalazione delle scuole, verranno individuati fino a 40 ragazzi da inserire nelle tre aziende. Si prevedono due incontri settimanali di 2 ore al pomeriggio, dalle ore 17 alle ore 19. Nel periodo ottobre-dicembre verranno coinvolti i ragazzi delle classi quinte, mentre nel periodo gennaio-aprile saranno attivati gli studenti delle classi quarte. Il principio che sta alla base di questa iniziativa consiste nel voler aiutare i ragazzi nel perfezionare la teoria che viene loro insegnata a scuola, integrandola con importanti nozioni pratiche attinenti il lavoro quotidiano in azienda.

Attenzione !

I criteri di selezione saranno rigorosi, in quanto orientati al concetto di meritocrazia.

Ai ragazzi verrà richiesta la partecipazione assidua agli incontri, nonché la produzione di elaborati con cadenza mensile per valutarne il livello di apprendimento.

Sono previste borse di studio per sostenere i costi dell’iscrizione all’Università per gli studenti più meritevoli e promettenti.