“Il ruolo del genitore nello sport dei figli”

“Diventare ed essere genitore significa anche liberarsi dall’idea che l’unico modo per dare amore al proprio figlio sia essere buoni e permissivi. In alcuni casi avere una relazione affettuosa con il figlio può significare avere anche una relazione di tipo conflittuale: si impara e si cresce nell’incontro ma anche nello scontro”. E’ uno dei passaggi dell’incontro formativo dal titolo “Il ruolo del genitore nello sport dei figli” tenuto nei giorni scorsi a Fano dal dottor Angelo Vicelli, esperto di psicologia dello sport, socio fondatore di Ethica Center (una nuova struttura all’avanguardia per i servizi alla persona che ha recentemente inaugurato la sua sede). All’incontro, che si è svolto negli spazi di Ethica Center, ha preso parte un pubblico nutrito e particolarmente attento alla tematica trattata. Vicelli si è soffermato su argomenti spinosi ma allo stesso tempo importanti, come il rapporto genitore – figlio all’interno di un contesto sportivo, affrontando questioni legate alla comunicazione e alla leadership ma anche alla risoluzione dei conflitti e alla creazione della fiducia. La promozione della cultura sportiva tra bambini e ragazzi, d’altra parte, è da sempre uno dei valori fondanti della società ‘360 Sport’ e del circolo tennis morcianese, particolarmente sensibili nei confronti delle nuove generazioni ma anche delle loro famiglie. I cicli di incontri presso Ethica Center proseguiranno nelle prossime settimane. Ethica Center è un nuovo centro di livello regionale e nazionale in cui operano psicologi, psicoterapeuti, preparatori fisici, fisioterapisti, educatori professionali, psicomotricisti, neuropsichiatri, nutrizionisti, medici dello sport. Il centro si propone di offrire, in maniera integrata, servizi di alta qualità per persone, atleti e professionisti, attraverso le attività proposte da esperti altamente qualificati nei rispettivi settori, ma certamente focalizzati nell’agevolare un percorso di crescita e benessere sia individuale che di squadra.

Share this: