Morciano di Romagna: ai nastri di partenza “Il nido di formica” – Primo appuntamento con Kosmocomico Teatro

Ai nastri di partenza la nuova edizione de “Il nido di formica”, rassegna di teatro per famiglie che animerà l’auditorium della Fiera di Morciano di Romagna fino al 2020. Primo appuntamento domenica 17 novembre (ore 16.30) con Kosmocomico Teatro in “Cattivini, cabaret concerto per bimbi monelli”. Sul palco Valentino Dragano, attore e musicista polistrumentista. Domenica 15 dicembre, invece, toccherà a Gek Tessaro, maestro del disegno e illustratore, con “Pinocchio”. La biglietteria apre alle ore 15.30 nei giorni di spettacolo. Posto unico numerato € 5, dai 4 anni.

Sabato 16 Novembre – Blu Morciano – “Animali da bar” di Carrozzeria Orfeo

SABATO 16 NOVEMBRE, ore 21.15
“ANIMALI DA BAR” di Carrozzeria Orfeo 🍺🍺
Sei animali notturni, illusi perdenti, che provano a combattere, nonostante tutto, aggrappati ai loro piccoli squallidi sogni, ad una speranza che resiste troppo a lungo.

Prevendita on line www.vivaticket.it
La biglietteria apre alle ore 19 nei giorni di spettacolo
Platea numerata € 15, Gradinata numerata € 12,
Ridotto over 65 e under 18, € 12

AUDITORIUM DELLA FIERA
via D. Forlani, 60 – Morciano di Romagna (RN)

Mostra Ornitologica da record a Morciano di Romagna – 2 e 3 novembre

Nel weekend Morciano diventerà ancora una volta la capitale italiana dell’ornitologia con oltre 3.000 uccelli in mostra da espositori provenienti da tutt’Italia. Nei padiglioni della fiera sono in programma Fringillia (30esima edizione) e Valconca, manifestazioni organizzate dall’Associazione Adriatica Allevatori di Rimini in collaborazione con l’Associazione Pesarese Ornitologica. La mostra celebra una passione antica: la gabbia con il canarino, o con qualsiasi altro tipo di uccello, non mancava mai nelle case o nelle aie di Romagna. Il canto delle piccole creature alate ha affascinato l’uomo sin dall’antichità. Ma con il declino del mondo contadino è profondamente cambiato anche il modo di allevare gli uccelli: nei piccoli appartamenti di città c’è sempre meno spazio anche per la gabbietta del canarino. Ma se è diminuito il numero degli appassionati, di certo è migliorata la qualità del loro impegno: le gabbie sono diventate più spaziose, pulite e meglio illuminate. E tanti tipi di uccelli, addomesticati ormai da secoli e incapaci di vivere in libertà, riescono a riprodursi felicemente in un mondo dorato che rispecchia alla perfezione il loro habitat ideale. In alcuni casi è proprio grazie ad appassionati ed abilissimi allevatori che sono state salvate dall’estinzione specie molto rare. Non c’è da stupirsi: nei moderni allevamenti vengono riprodotti con apposite luci artificiali alba e tramonto ad orari che cambiano con l’alternarsi delle stagioni, gli amici alati vengono alimentati perfino con erbe di prato raccolte giornalmente, pastoncini preparati in casa e manicaretti da …pasticceria. Per non parlare, poi, delle nozioni di genetica che sono alla base del successo di qualsiasi allevamento amatoriale. In mostra a Morciano di Romagna ci saranno canarini di ogni forma e colore (dai grandi parigini ai piccoli Five-Fancy), indigeni rari, ibridi di grande pregio, esotici dalle tinte sgargianti come i Diamanti di Gould, e i piccoli e grandi pappagalli dalla penne variopinte. Ma nei padiglioni della fiera si potrà soprattutto rinsaldare quel rapporto tra uomo e natura diventato sempre più raro e prezioso nel mondo moderno. Un’occasione unica, e da non perdere, per grandi e bambini. “Quest’anno la nostra manifestazione è la più grande di sempre confermandosi tra le più qualificate d’Italia, in grado di riunire in Romagna allevatori e appassionati di ornitologia da nord a sud per condividere questa passione che ci accomuna. Invitiamo tutti a farci visita per ammirare questi splendidi animali”, Salvatore Migani, presidente dell’Associazione Adriatica Allevatori. L’evento si terrà dal 2 al 3 novembre presso il padiglione fieristico di via XXV Luglio, a soli 10 minuti dal casello dell’A14 di Cattolica con apertura al pubblico sabato dalle 9.30 alle 10 e domenica dalle 9 alle 16, con biglietto di ingresso 5 euro.